Superare i pregiudizi

Il libro di cui vi parlo oggi è un classico della letteratura americana. Nell’edizione che possiedo, sul retro, sono riportate le seguenti parole: “il romanzo consigliato da Barack Obama contro ogni razzismo e discriminazione”. Il buio oltre la siepe  di Harper Lee e’ molto piu’ di un semplice romanzo, e lo possiamo capire semplicemente dal titolo. Cos’è il buio? E’ la paura , la diffidenza verso ciò che ci è sconosciuto. Cos’è la siepe? E’ un muro rivolto verso l’esterno, che ci impedisce di conoscere l’altro. Un muro fatto di pregiudizi e false credenze.

La vicenda si svolge nella contea di Maycomb, a sud degli Stati Uniti, nel 1935. La protagonista è Scout, una bambina irrequieta e fuori dal comune, che ci racconta tutto in prima persona. Scout è figlia dell’avvocato Atticus Finch, ottimo padre ed uomo giusto e di principio. Egli è talmente fedele ai propri valori, che decide di occuparsi della difesa dell’afroamericano Tom Robinson, per quanto sia una causa già persa in partenza. E lo fa per insegnare qualcosa ai suoi figli: a Scout, ma soprattutto a Jem.

“Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda. È raro vincere, in questi casi, ma qualche volta succede.”

Atticus riuscirà a provare l’innocenza di Tom, eppure egli verrà comunque condannato a morte. Questo episodio colpisce in profondità Scout e Jem , che non riescono a spiegarsi come sia stato possibile. Essi arriveranno a concepire, soltanto alla fine del libro, di vivere in una società  basata sul razzismo e sul sentito dire. Grazie però al sostegno e agli insegnamenti di Atticus riusciranno a sviluppare un pensiero critico, e a distaccarsi da quasta realtà. Atticus quindi perde il processo, ma riesce comunque ad avere la meglio e a raggiungere il suo obiettivo finale: educare Scout e Jem ad avere una mente aperta, a conoscere prima di giudicare.

Possiamo dire che noi siamo Scout e Jem, e Harper è Atticus. Con questo libro ci invita a superare i pregiudizi, rompere il muro, scoprire cosa c’è dietro la siepe. Ci invita a dire di no al razzismo, alla discriminazione di qualunque tipo essa sia, alle armi. Ci invita ad essere  piu’ umani, a chiudere gli occhi e ad aprire il cuore. Se ascolterete bene, questo libro potrebbe cambiare il vostro modo di vedere le persone, e il mondo in generale.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...