5 personaggi che ho amato dei libri

In questi lunghi anni da lettrice, ne ho incontrati di personaggi. Alcuni reali, altri immaginari. Alcuni così simili a me, altri no. Alcuni li ho amati, di altri non posso dire lo stesso. Ad ogni modo, oggi è dei primi che vorrei parlarvi. Quei personaggi che, ne sono certa, non scorderò mai.

  1. Atticus Finch da Il buio oltre la siepe

Ci fossero piu’ uomini come lui, vi assicuro che il mondo sarebbe un posto migliore. Avvocato onesto,che non si lascia trascinare dalle circostanza ma resta fedele ai suoi principi, uomo giusto e ottimo padre. Completamente privo di pregiudizi, cerca di trasmettere questi suoi valori al prossimo. Non è certamente perfetto, nel farlo compie degli  errori, ma sa rimediarvi. Un vero e proprio esempio di umanità, impossibile da non apprezzare.

2. Clarisse McClellan da Fahrenheit 451

“Ho diciassette anni e sono pazza.” Così si definisce Clarisse. Ma è pazza davvero? Niente affatto. Anzi, a dirla tutta, lei è forse è quella piu’ “normale”. Amante del dialogo, della natura, delle bellezza delle piccole cose e grande osservatrice. La nostra Clarisse farà aprire gli occhi a Guy, il protagonista, facendogli riscoprire questi valori, ormai da tempo perduti nella società in cui vivono. Pur essendo così giovane, sembra una donna di altri tempi. L’ho ammirata fin dall’inizio per quel suo modo così diverso di vedere il mondo, di ragionare, in cui un pò mi rispecchio.

3. Tamar da Qualcuno con cui correre

Quando Tamar sente la chiamata di aiuto da parte di suo fratello Shay non esita neanche un istante, anzi si butta in questa avventura. E che avventura! Sarà costretta continuamente a rivalutarsi, a sfidarsi, a lanciarsi sempre su un piano piu’ alto. Eppure, dietro quella corazza fatta di ferro,Tamar ha le sue fragilità, come è normale per qualsiasi ragazza di sedicenne anni. Solo che non si lascia abbattere da esse, ma anzi le usa per ricominciare da capo. La sua determinazione, oltre che ad una crescita personale, la porterà lontano.

4. Scout Finch da Il buio oltre la siepe

“Accipicchia, che caratterino questa ragazzina!” Ecco la prima cosa che ho pensato mentre leggevo. Scout non si fa comandare  proprio da nessuno, soprattutto dalle zie che le dicono che dovrebbe portare la gonna e comportarsi da signorina. Ad affermazioni simili, lei si ribella, batte i piedi, e continua ad indossare i suoi amati pantaloni. Sì, sarà pure una bambina ma ha già capito un importante segreto: mai farsi mettere i piedi in testa da nessuno, mai farsi dire cosa si può o non si può fare. Già me lo immagino in futuro, una donna che farà certamente strada nella vita.

5. Liesel Meminger da Storia di una ladra di libri

Se dovessi trovare un aggettivo per descriverla, direi certamente forte. E’ dura avere a che fare con certe esperienze di vita all’età di soli dieci anni, eppure Liesel non si scoraggia, resta positiva. E poi, quando trova nei libri i suoi migliori amici, fa di tutto per salvarli dalle mani dei nazisti che vogliono bruciarli, con una costanza e una tenacia piuttosto notevoli per una bambina.

 

Ne ho scelti soltanto cinque, ma mi sembra giusto nominarvi altri personaggi che ritengo meritevoli. Sam e Charlie da Noi siamo infinito, Giulio da Cose che nessuno sa, Il piccolo principe, La piccola sarta cinese da Balzac e la piccola sarta cinese, Holden Caulfield da Il giovane Holden, Midori da Norwegian Wood Padre Pino Puglisi (personaggio reale) e Lucia da Ciò che inferno non è. 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...